Archive for the ‘OGM e cose che fanno specie’ Category

Meglio il miscuglio

sabato, maggio 20th, 2017

La scorsa settimana abbiamo avuto modo di ascoltare un intervento di Salvatore Ceccarelli, di passaggio a Udine in un incontro in cui si parlava di biodiversità organizzato da una associazione di agricoltori biologici.

Salvatore Ceccarelli è un genetista che dopo aver insegnato per anni all’università di Perugia è passato alla sperimentazione sul campo dove, avvalendosi delle conoscenze in materia, ha praticato, assieme alle popolazioni ed agli agricoltori e soprattutto alle agricoltrici interessat* una cosa che si faceva già da 9000 anni, cioè lasciare che le piante si adattassero al loro ambiente.

Sembra la scoperta dell’acqua calda, una scoperta che in realtà è stata cancellata dall’agricoltura di tipo industriale che ha trasformato ambienti diversi in luoghi tutti uguali con poche specie e varietà coltivabili sempre più dipendenti da concimi ed antiparassitari e quindi con la concentrazione e la dipendenza dei semi da poche multinazionali. (altro…)

Rimandato a settembre

domenica, febbraio 21st, 2016

OGM-e-cose-che-fanno-specie16Dunque Fidenato è rimandato a settembre nel senso che sarà la Corte di giustizia dell’Unione europea a pronunciarsi sul procedimento aperto nei suoi confronti per aver seminato ogm in violazione del decreto 2013 emanato dal ministero della Salute.
La giudice del tribunale di Pordenone ha accolto la richiesta della difesa, rimarcando che appare necessario verificare se il divieto di coltivazione del mais geneticamente modificato, introdotto dal decreto di cui sopra sia conforme alla normativa europea.
L’imputato ne sarà contento.
(altro…)

Con quale diritto?

lunedì, agosto 3rd, 2015

OGM-e-cose-che-fanno-specie15Già… Con quale diritto si può decidere di seminare -o distruggere- gli ogm? Fidenato semina secondo quello europeo; la forestale sequestra e distrugge secondo quello italiano.
E così la sceneggiata continua perchè l’agricoltore federato non molla perchè volle, fortissimamente volle ogm e perciò ora denuncerà i giudici che non lo lasciano fare.
La via del diritto però, in questo caso è la più storta, quella che, parlando di agricoltura oggi, non ti porta da nessuna parte. L’apertura o meno agli ogm richiede considerazioni un po’ più articolate tipo: come e che cosa coltivare con il suolo esausto, sterile e inquinato, con il clima cambiato, in un pianeta sempre più popolato e affamato… La domanda ha senso sia che si pensi nel grande che nel piccolo perchè ormai i nodi sono al pettine e districarli è sempre più difficile.
Una ricetta viene oggi da Rifkin, se pur lanciata da quella gran porcata che è Expo.

Rubis di màz!

mercoledì, giugno 24th, 2015

OGM-e-cose-che-fanno-specie14E’ un’esclamazione friulana; sta per “cose da pazzi” o qualcosa del genere.
Torniamo a parlare di ogm di cui faremmo volentieri a meno, ma le ultime cose sono proprio lì, tra il paradossale e il demenziale…
Una è la soluzione, piuttosto arzigogolata e complicata per tenere sotto controllo gli ogm attraverso una tecnica che permette di eliminare -a comando- o in determinate variazioni ambientali, le sequenze di DNA inserite. Serve, per prima cosa, per proteggere il segreto industriale per le modifiche coperte da brevetto e poi, potrebbe servire ad evitare problemi in caso di rilascio accidentale nell’ambiente. Una specie di ogm a scomparsa insomma… gjave e mèt, in friulano.
(altro…)

E adesso trebbiateci tutt*

mercoledì, giugno 17th, 2015

OGM-e-cose-che-fanno-specie13Il dottore, il sindaco, il politico, il prete. Tutti ad ossequiare il latifondista laborioso che per l’anniversario di 35 anni di matrimonio si regala una mietitrebbia da 600mila euro… e la giornalista a costruirci sopra un articolo, (e il giornale locale a pubblicarlo) che neanche ai tempi della signoria fondiaria e dei servi della gleba…
Fai una battaglia contro gli ogm e vedi se corrisponde altrettanta dettagliata solerzia…
Ah, il felice proprietario della supermacchia (lui sicuro, lei non pervenuta) è ovviamente aperto al transgene che, secondo lui, ti elimina pesticidi, agrofarmaci, concimi e pure l’acqua (!!) che così risparmi sull’irrigazione… Cotanto miracolo gli farebbe, in totale, risparmiare ulteriori 30 milioni.
E ti immagini allora il regalo per le nozze d’oro?
Megarotopressa galattica Magnaterra.
Dopo quella torna il tristo mietitore.

Juncker Joker

domenica, maggio 3rd, 2015

OGM-e-cose-che-fanno-specie12Exponiamo i fatti. Almeno un po’ intorno agli ogm.
Eravamo rimast* al fatto che ogni stato potesse decidere liberamente se coltivare ogm, ed ora, con una nuova proposta di regolamentazione adottata dalla commissione europea, anche di utilizzare o meno i mangimi che li contengono.
Le motivazioni al diniego dovrebbero essere fornite caso per caso, ma comunque fondate su argomentazioni che comunque non riguardano rischi per la salute e/o per l’ambiente perchè questi sono argomenti propri della procedura dell’autorizzazione europea.
Quindi su salute e ambiente non si discute e non si discute nemmeno sulla commercializzazione perchè vietarla sarebbe contrario alle norme del mercato interno.
Sarà perciò una conquista questa proposta di regolamento che lasciando l’ultima parola alle singole nazioni sull’adozione di ogm, le lascia anche sole davanti ad un mercato del quale sappiamo chi sono i padroni?
(altro…)

Effetto serra

martedì, febbraio 10th, 2015

OGM-e-cose-che-fanno-specie11Lui di domenica non riposa, semina.
Fidenato. Ripudiato dal consiglio di stato, semina in serra e in segreto luogo.
Sempre il suo preferito, Mon810.
Così, tanto per continuare il pressing mentre guarda alla corte europea di giustizia la quale già a suo tempo sentenziò a suo favore decretando che non era necessaria autorizzazione per la semina di ciò che è già autorizzato ai sensi dell’articolo 20 del regolamento (CE) n. 1829/2003 del Parlamento europeo ecc. ecc.
Nel mentre che si riesca a mettere a punto una normativa nazionale che stia in piedi, la corte europea potrebbe, in virtù del diritto comunitario ancora considerare come illegittimi sia il decreto ministeriale che vieta la semina di ogm che la recente sentenza del consiglio di stato? Potrebbe.
Intanto però sono tutti contenti; Pecoraro Scanio vorrebbe che il principio no-ogm fosse inserito nella costituzione.
(altro…)

La legge zoppa e l’ogm vecchio

venerdì, gennaio 23rd, 2015

OGM-e-cose-che-fanno-specie10Dunque, con 480 voti a favore, 159 voti contrari e 58 astenuti il parlamento europeo ha approvato le nuove norme in materia di coltivazioni ogm. In virtù di ciò, ogni stato membro potrà scegliere se permetterne o meno la coltivazione sul proprio territorio.
Sembra bene, ma in realtà, come per la legge 194 che regola l’interruzione volontaria di gravidanza, basta lasciare un punto debole per far fallire tutto l’impianto. In quella è stata l’obiezione di coscienza, qui è la possibilità per l’industria biotech di esercitare pressioni negoziando direttamente con i governi.
Poi, nell’eventualità di autorizzazioni alla coltivazione, nulla si stabilisce in merito a risarcimenti in caso di contaminazione; e poi, nulla anche rispetto agli ogm importati ed utilizzati come mangimi per animali ecc. ecc. A febbraio scadrà il bando provvisorio agli ogm, ma il ministro Martina ha anticipato che lo rinnoverà.
(altro…)

EFSA va veloce

domenica, dicembre 14th, 2014

OGM-e-cose-che-fanno-specie9Parliamo di European Food Safety Authority che, nel mentre indice pubblica consultazione per la messa a punto delle linee guida in base alle quali valutare le richieste di rinnovo delle autorizzazioni per gli alimenti e i mangimi geneticamente modificati, manda avanti gli scienziati di cui si avvale a discutere intorno alle valutazioni di sicurezza circa gli ogm di nuova generazione.
Anzi il convegno sui “nuovi” ogm è di questa estate, la pubblica consultazione si chiuderà il 16 dicembre e, a quanto pare, non si farà in tempo a mettere a punto la valutazione di un rischio che già bisogna studiarne un’altra, e così via.
L’ultimo giocattolino biomolecolare è l’RNA interference; ne avevamo detto qualcosa qui a proposito della patata dei miracoli, quella con meno acrilamide e quindi con meno rischio cancerogeno, quella che si avvale di questa trovata epigenetica che l’industria biotech sta già mettendo a frutto e a mercato.
(altro…)

Patate bollenti

venerdì, novembre 14th, 2014

NoOGM-e-cose-che-fanno-specie8tizie dalla commissione ambiente dell’europarlamento in materia di ogm: i 28 stati membri saranno liberi di decidere se aprire o meno, ed in che termini ed a quali condizioni, ai transgenici. La motivazione del no potrà essere argomentata con motivi socieconomici, di pianificazione, ed ora anche ambientali.
Adesso il via ai negoziati che dovrebbero portare al risultato finale. Con buone speranze per i fautori del no perchè, stando all’ultima votazione ( 53 voti a favore, 11 contrari e due astensioni), probabilmente si manterrà quel tipo di soluzione.
Ammesso che sia una soluzione, in quanto, se pur sarà divieto la coltivazione di piante gm, non lo sarà (potenza del WTO! ) l’importazione di mangimi derivanti da ogm.
E, se, come suggerisce chi è del mestiere, parlando di mais, il costo di coltivazione di quello no ogm è leggermente superiore rispetto all’altro, i coltivatori, non potendolo coltivare, riprenderanno la protesta e, scenario probabile, è che si prema di nuovo per la revisione della norma, a meno che non si pensi all’etichettatura degli alimenti derivati…. e allora sarà chi consuma a scegliere e fare la differenza.
Differenza informata, per quanto possibile. Sempre più difficile.
(altro…)

Tattica delle tette

mercoledì, novembre 5th, 2014

mio-il-corpo7La divulgazione scientifica fatta con le tette.
Di nuovo, c’è il messaggio più che il mezzo, perchè con le tette ed altre parti del corpo ormai si promuove e comunica un po’ tutto; contestazione politica, campagne di prevenzione, dichiarazioni di autodeterminazione, di sostegno e di disappunto e via discorrendo nel senso che il corpo è come la carta che si lascia scrivere…. e niente da dire sul fatto che ognun* ci faccia quello che crede, ad altr* essendo giustamente un territorio interdetto.
A farne un supporto per diffondere il sapere ci ha pensato Lara Tait nel blog da lei ideato: Tette per la scienza dove c’è la foto tettuta con cartello che lancia l’argomento, argomentato più sotto con corredo di link di approfondimento e validazione.
(altro…)

D-Day

mercoledì, luglio 9th, 2014

OGM-e-cose-che-fanno-specie7Dunque oggi avrebbe dovuto essere il D-Day, il giorno della Distruzione da parte della forestale del mais mon810 seminato da Fidenato a Mereto di Tomba e a Colloredo di Montalbano.
Invece è stato il giorno in cui la regione ha dimostrato di non essere in grado di adempiere nemmeno al dettato  delle proprie leggi.
E’ stato di fatti distrutto solo l’appezzamento di Mereto; per l’altro di Colloredo presidiato da Fidenato e supporters, la mietitrebbia ha fatto dietrofron con verbalino giustificativo e patata alla procura.
MonSanto Subito!
(altro…)

Santo subito!

domenica, giugno 8th, 2014

OGM-e-cose-che-fanno-specie6Dice lui o chi per lui … È ora di fare chiarezza. Se fosse ammessa la coltivazione di mais transgenico non ci sarebbe il problema delle aflatossine».
Ma quante virtù quel gene in più! Mais gm santo subito!
Risolverebbe anche il problema -endemico anche quello- delle frodi alimentari; del latte cattivo contaminato da aflatossine miscelato con quello buono per farlo stare dentro i limiti di legge.
Tutto il latte sarebbe buono perchè tutto il mais sarebbe buono, tutto il clima buono, la temperatura giusta, umidità quella che va bene, via la grandine, acqua qb, concime bilanciato, terreno ottimo, 0 piralide, 0 parassiti in assoluto…. evvai!
Hainoi non è così; ci può stare per la piralide, -finchè non sviluppa resistenza-; tutto il resto è un problema che persiste e collabora nell’eventuale produzione di aflatossine.
Tutti gli altri parametri: temperatura, umidità, irrigazione, nutrienti, lesioni meccaniche (non c’è solo la piralide verso il quale il mais BT ammesso alla coltivazione è resistente), rotazioni colturali, semina, raccolta, immagazzinamento, essicazione ecc. ecc. sono comunque fattori da tenere presenti.
Ma nel magico mondo ogm spariscono.
(altro…)

HIPPO

domenica, giugno 1st, 2014

ecofemminismo4Habitat destruction, Invasive species, Pollution, human over-Population, Overharvesting by hunting and fishing.
Ecco spiegati in un acronimo tutti i motivi della scomparsa di biodiversità.
Poi c’è il cambiamento climatico che è un very big HIPPO.
Tutto fatto e detto da Edward O. Wilson, con il quale si può essere o meno d’accordo su altre questioni come la sociobiologia o altre idee bizzarre…. ma che la perdita di biodiversità sia a tragedy è innegabile.
Ne accenniamo perchè il 22 maggio era la giornata mondiale della biodiversità indetta dall’ONU.
Non che ce ne importi molto; questo lo diciamo in occasione di ogni giornata globale di questo o di quello che, fra pinkwashing e greenwashing, l’impresa lavaggi di coscienze, sui mercati, potrebbe andare molto bene nonostante la crisi, no.
(altro…)

Dannata Monsanto

sabato, maggio 24th, 2014

OGM-e-cose-che-fanno-specie5Oggi è la giornata della Marcia Globale Contro Monsanto. In tante città si sono svolte azioni dirette, manifestazioni, presidi e cortei contro la multinazionale il cui nome, oltre che essere legato agli OGM, lo è anche a prodotti spesso gemellati con il cancro ed altre gravi magagne dell’umanità.
La storia della Monsanto è lunga e passa per l’agente arancio, il PCB, il DDT, la diossina, la somatotropina bovina…., e poi arriva dove sappiamo con i suoi OGM sposati al loro diserbante obbligatorio: il Roundup.
Anche di questo è nota la tossicità ed uno studio recente ci rende nota pure l‘accumulazione nella soia ad esso resistente.
A Monsanto, naturalmente,  fa un baffo, basta vendere e lei, multinazionale, vende bene, detenendo e controllando la maggior quota di mercato delle sementi convenzionali, di sicuro, e non è male neanche come OGM.
E’ evidente che Monsanto è perciò nemica del contadino che va per le sue.
(altro…)

Tar wars

domenica, aprile 27th, 2014

OGM-e-cose-che-fanno-specie4Gli OGM hanno un pregio: quello di farci discutere e riflettere sul tipo di agricoltura che, a fronte dell’inquinamento, dissesto ambientale, perdita di biodiversità e cambiamento climatico dovremmo favorire.
Molti hanno esultato per la risoluzione dei Tar, del Lazio e del Friuli sul respingimento dei ricorsi di Futuragra e di Fidenato. Qui la sentenza del primo, qui, una nota della regione  per entrambi.
Il titolo più ricorrente è stato:  “Italia libera da OGM”.
E’ un inganno e lo sappiamo.
(altro…)

Prima che il Tar si pronunci

domenica, aprile 13th, 2014

OGM-e-cose-che-fanno-specie3OGM. Il Tar doveva esprimersi il 9 aprile, ma il parto della sentenza sul ricorso presentato da Giorgio Fidenato -agricoltore friulano- contro il decreto interministeriale 187 con il quale si vietava per 18 mesi la semina di mais gm; è stato rinviato a data da destinarsi, forse fra 45 giorni, forse dopo il caldo periodo delle semine, chissà.
Intanto però, in prossimità del 9 aprile, cioè l’8, c’è stata un’altra sentenza del tribunale di Udine che ha invece mandato assolto un altro (ma quanti ce ne sono?) agricoltore che nel 2011 aveva seminato mais gm Mon 810;  questo in virtù di una gerarchia legislativa per cui un seme con certificato di idoneità dell’Unione Europea passa davanti alla -peraltro carente- legislazione italiana;  insomma una cosa prevista e prevedibile, come abbastanza prevedibile è anche la futura sentenza del Tar tutt’ora in gestazione.
(altro…)

L’invasione degli ultrasemi

domenica, marzo 16th, 2014

OGM-e-cose-che-fanno-specie2Si avvicina la primavera, il periodo della semina, i semi di Fidenato, il Mon della Monsanto, il giudizio del TAR, la probabile invasione degli ultrasemi.
Che fare?
La Regione FriuliVG si arrabatta con una moratoria in attesa che si riesca ad avviare la procedura per la modifica in senso NoOgm della legge che tutt’ora regola la questione.
Anche la Francia ci riprova con l’interdizione al Mon 810 in attesa della legge di stop che dovrebbe essere discussa il 10 aprile.
(altro…)

Il sindaco del terzo millennio

domenica, febbraio 16th, 2014

OGM-e-cose-che-fanno-specie1Oggi sul MV torna, reduce dal meeting di Basiliano, il sindaco di Porpetto, (vedi sotto)  armato di studi scientifici che agita contro Bolzonello,  a discredito della politica dello stesso, e di Seralini “considerato il punto di riferimento da parte della letteratura anti-ogm”, così dice lui.
Non sappiamo quanto Bolzonello che, oltre che politico, -di professione sarebbe commercialista-,  sappia dello studio citato; né sappiamo se quello studio è stato citato nella conferenza organizzata dai fascisti del terzo millennio.… può essere; per quanto ci riguarda, noi ne avevamo parlato qui.
Vale però la pena di spendere due parole su questa strategia della disfida degli studi.
(altro…)

Ja mais

venerdì, febbraio 14th, 2014

noisiamoqui342Non fai in tempo ad andare a dormire con soddisfazione per la buona riuscita del presidio contro gli OGM, che il giorno dopo ti alzi con lo strombazzamento del “Via libera dell’Europa agli OGM”.
Si sa che i giornali radio ed i telegiornali le sparano là, così; ma vale la pena di capire un po’ di più questo nuovo eurodelirio.
Eravamo rimaste all’altro ieri quando al Consiglio  Affari Generali che doveva discutere dell’annosa questione dell’autorizzazione alla coltivazione del mais Pioneer 1507 (già respinta dal Parlamento Europeo il 16 gennaio 2014), 19 paesi su 28 si erano dichiarati contrari, 4 astenuti e solo 5 erano favorevoli.
(altro…)