Intanto Erdogan

agosto 24th, 2016 by dumbles

noisiamoqui382intanto Erdogan finge di combattere l’isis, e con la scusa di realizzare un campo per i profughi siriani offre ai jihadisti un rifugio sicuro per le cure, reclutamento e protezione.

Sono stati ampiamente riportati casi di abusi sessuali e traffico di esseri umani. Questi campi sono stati ampiamente studiati come luoghi dove l’AKP consapevolmente mobilita i rifugiati per il suo programma ideologico e politico.

Racconta e spiega bene tutto Dilar Dirik in questo scritto.

Poi Erdogan, sempre con l’alibi di combattere l’Isis, tenta di porre un blocco all’avanzata dei curdi siriani.

Raccontato e documentato molto bene in questa intervista da RadioOndaRossa.

Ricordiamocene quando si faranno analisi e commenti intorno allo spauracchiio del terrorismo del califfo.

Fini per altri fini

agosto 23rd, 2016 by dumbles

Antipatie27C’era un articolo di Massimo Fini sul Fatto Quotidiano di sabato che prendiamo a prestito perchè ci sollecita un pensiero che ci sta a cuore.

L’articolo lo si trova anche qui, nel magazzino degli scritti dell’autore.

Dopo una lunga prolusione in musica, “il nostro” mette in scena le paure ed i disorientamenti coniugati nella prospettiva politica fascio-destrorsa di chi mal sopporta omosessuali, donne autodeterminate ed immigrat* perchè minacciano l’integrità e l’esistenza del solito maschio bianco occidentale.

Insomma, un po’ di schifezzuole condite con un citazioni musicali per arrivare ad evocare la fifa per il calo della “natività” occidentale, così la chiama lui, scesa a livelli bassissimi mentre Gli altri, quelli che tanto temiamo, fanno figli come conigli ed è impensabile di spazzarli via tutti a colpi di droni. Prima o poi ci sommergeranno. Read the rest of this entry »

Integrazione disintegrata

agosto 21st, 2016 by dumbles

femm65Dice Merkel che il burka è un ostacolo all’integrazione.

Perchè, supponiamo, nel suo pensiero, ma anche in quello di tant* altr*, l’integrand* dovrebbe assomigliare, assumere, essere come o uguale all’integrat* .

Perciò supponiamo che l’integrazione debba passare per la demolizione dell’identità propria e dell’assunzione dell’identità altrui.

Tutto questo discutere su burka, burkini, velo e non velo (o qualsiasi altra connotazione religiosa, culturale, sociale) ci riporta di fatto a questo: chi vuol essere integrat* deve sostanzialmente assomigliare a noi integrator* ed integrati*

Cosa impossibile, ovviamente.

Read the rest of this entry »

Seghe leghiste

luglio 26th, 2016 by dumbles

Antipatie26La Lega si eccita in pubblico. Qualche battuta contro omosessuali, una bambola gonfiabile, e via, un orgasmo collettivo e tutt* content* .

Verde pisello si tira su come può dopo il flop da nord a sud delle amministrative. Smanettando sulle parti basse dei suoi membri.

A proposito di membri, quello che di nome fa Danilo Narduzzi, quando era consigliere e capogruppo in regione, ha fatto man bassa di soldi pubblici. Così dice la Corte dei conti.

Era quello che nei tg regionali della serva compariva a dire che gli extracomunitari non dovevano essere curati e poi per eccitare maggiormente il suo pubblico ci aggiungeva spesso la sveltina delle cure dentali gratis… ma che scherziamo??!

Altrimenti, come comprarsi profumi e balocchi?

Sega la lega.

L’ultima pallottola per Carlo Giuliani,

luglio 20th, 2016 by dumbles

noisiamoqui381 l’ha sparata Francesca Archibugi. Scrivendo questo: Carlo Giuliani oggi ha 38 anni. Lavoro, figli, giornate belle e brutte come tutti. Ride del ragazzino con l’estintore. Non è più estremista. E poi ancora questo: Sarebbe diventato il padre amoroso e comprensivo di se stesso, del giovane che era stato, se glielo avessero permesso.
I demoni, Dostojevskj

Le carogne e gli avvoltoi aspettano spesso la tua morte, soprattutto se sei ribelle, per costruirti intorno una storia addomesticata a loro uso e consumo.

Cara signora, inventi storie e stronzate buoniste per i suoi film, non scomodi Dostojevskj che non è il caso; se qui c’è un demone, è quello dei mistificatori, delle mistificatrici, ed è tutto suo.

*Qualcosa su Genova 2001

Eliminiamo l’aria

luglio 17th, 2016 by dumbles

antifasisters58… perchè la respirano anche i/le extracomunitar*, i/ rifugiat*, i/le richiedenti asilo, i/le clandestin*.

Eliminiamo il WiFi pubblico perchè viene usato da* suddett* nelle pubbliche vie, in capannelli che non fa bello, non fa decoro.

E’ uno dei primi propositi del neoeletto sindaco destrorso di Pordenone.

E’ una delle varie soluzioni dettate dalla logica punitiva e persecutoria che si ama mettere in atto per speculare politicamente in sintonia con la pancia dell’elettorato. Read the rest of this entry »

W Kurdistan

luglio 4th, 2016 by dumbles

iniziative39E W le donne kurde per le quali non c’è rivoluzione se non è, per prima cosa, rivoluzione delle donne.

Un grazie a Norma e ad Alessia per l’interessante, attento e partecipato dialogo che hanno reso possibile.

Jin, Jîyan, Azadî! Sempre ed ovunque.

Kurdistan – la rivoluzione delle donne

luglio 1st, 2016 by dumbles

iniziative37

Anche quest’anno, fra poco, da venerdì 1 a domenica 3 luglio, ci troviamo nella festa Tepee tal parco; il contesto giusto per continuare a discutere seguendo quel lungo filo che ci porta a ragione intorno ai popoli in lotta per la propria libertà.

Dicono le donne curde in lotta che la parola libertà (amargi, sumero per libertà nel senso di ritorno alla madre), nelle lingue precedenti al sumero non esisteva “perchè non ne esisteva il concetto, e non ne esisteva il concetto perchè non ne esisteva il bisogno. Il bisogno di immaginare una situazione libera inizia con i sumeri e con lo stato, quando le persone sono oppresse.” (*)

Molto è racchiuso in questa frase. Di certo è un punto di partenza per immaginare -e praticare- una nuova visione -azione- del/sul mondo.

Per loro è la Jneologia, come sistema di conoscenza del mondo attraverso la storia e la sensibilità delle donne, come critica al pensiero scientifico positivista neocoloniale, eurocentrico e androcentrico sul quale si è strutturato buona parte del pensiero del XX e XXI secolo. Read the rest of this entry »

Tepee tal parco

giugno 29th, 2016 by dumbles

S.Giorgio di Nogaro, 1, 2 e 3 luglio.

Noi partecipativi

giugno 19th, 2016 by dumbles

NoTav8No, non parliamo male dell’Egitto, perchè per certi aspetti, -i peggiori-, gli si assomiglia molto.

Succede che Roberta Chiroli, da laureanda in antropologia alla Cà Foscari di Venezia raccoglie il materiale in Val Susa nel movimento No Tav poiché ha deciso di fare una tesi dal titolo: “Ora e sempre No Tav: identità e pratiche del movimento valsusino contro l’alta velocità”.

Read the rest of this entry »

Integra e disintegra

giugno 15th, 2016 by dumbles

ecofemminismo21Daniel Samba di cui leggiamo qui, ha trovato la sua strada per l’integrazione ovvero per essere accettato come membro della società friulana.

E’ stato bravo, ha imparato la lingua che parla perfettamente, perfino in certe varianti locali, ha imparato i proverbi e i modi di dire così da rispondere alle battute che spesso si fanno nel cazzeggio comune. Daniel Samba ha scelto una strada, gli ha portato bene e naturalmente può praticarla quanto vuole.

E’ una modalità che però a noi mette una certa tristezza, non tanto per lui, quanto per tutt* noi perchè è come se l’accettazione passasse attraverso il riconoscimento dell’altr* solo quando quest* tenta di assumere le tue caratteristiche, e pure quelle ataviche peggiori. Read the rest of this entry »

Centouno anni dopo

giugno 2nd, 2016 by dumbles

noisiamoqui380Ci sono voluti cento anni più uno alla Germania per riconoscere il genocidio armeno da parte dell’allora impero ottomano. All’Italia, se pur con le solite sottili ipocrise, ce ne sono voluti solo ottantacinque.

In ogni caso la Turchia insiste con l’errore storico.

Ci è venuto in mente l’album del 2003 di Diamanda Galas Defixiones Will and Testament e i racconti riportati in questo post.

Per Sara, per noi

giugno 1st, 2016 by dumbles

femminicidio84Sara muore bruciata viva dall’ex fidanzato che non accettava il suo No perchè l’unica volontà ammessa era la sua, di lui. L’alta essendo riconosciuta solo in funzione dei propri desideri.

Molt* hanno scritto e detto che è morta anche per l’indifferenza de* passanti.

Anche questo può essere, in un paese in cui di femminicidio, molestie, stalking.. se ne è fatto un gran parlare quando e solo quando si è preso atto di un bollettino di guerra quotidiano soprattutto per una questione di visibilità politica e con i risultati strumentali che abbiamo sempre denunciato.

Sicchè tutto questo gran parlarne pubblicamente, politicamente, mediaticamente che cosa ha generato nella realtà quotidiana? Read the rest of this entry »

Una bella riflessione

maggio 25th, 2016 by dumbles

noisiamoqui379Una riflessione sulla solidarietà, soprattutto; sul chi, come e perchè e quindi anche su tutt* noi che guardiamo ad altr* dal nostro punto di vista.

Uno scritto di Dilar Dirik che riprendiamo da Da Kobane a noi che l’ha ripreso da Retekurdistan. Buona lettura

Sfidare il privilegio: solidarietà e autoriflessione (di Dilar Dirik)

Sfidare il privilegio: solidarietà e autoriflessione
(8 maggio 2016)La solidarietà non è carità a senso unico praticata da attivisti privilegiati, ma un processo multidimensionale che contribuisce all’emancipazione di tutti i soggetti coinvolti. L’autrice desidera ringraziare gli attivisti internazionalisti in Rojava, gli attivisti Kashmiri e Tamil, gli anarchici greci e in particolare Hawzhin Azeez per le loro reazioni, senza le quali l’articolo non sarebbe stato valido che a metà. Read the rest of this entry »

Preghiera

maggio 22nd, 2016 by dumbles

integralismi46

Sì, preghiamo, per la capacità di rendersi antipatici di preti & Co., come quel tal porporato di S.Benedetto del Tronto secondo il quale è giusto discriminare i gay a causa del calo demografico.

Demenziale a tutto tondo.

A proposito di calo demografico, invece, prima di dover sentire le insopportabili bestemmie di qualche vescovo e prima di diventare soggetto passivo dei demografi decisori, cerchiamo di ragionarci sopra. Sarà sempre più necessario.

Qui un approccio da valutare.

Biodiversità: la grande bellezza

maggio 15th, 2016 by dumbles

ecofemminismo20

Sull’ultimo numero di “Germinal – giornale anarchico e libertario di Trieste, Friuli, Veneto e …” c’era un nostro scritto intorno alla biodiversità.

Lo riproponiamo qui di seguito con un parzialissimo, breve (e triste) aggiornamento:

la scomparsa di cinque atolli corallini presso le Isole Salomone; sommerse ed irrimediabilmente perdute per l’innalzamento del mare dovuto al riscaldamento globale.

Il termine “biodiversità” ha si e no trent’anni, ma già da cinquanta, è iniziata la distruzione di ciò che il termine rappresenta.

Con l’attacco agli ecosistemi e quindi l’impoverimento del paesaggio è iniziata la perdita di biodiversità per sottrazione della base sulla quale questa si sviluppa; come un liquido al quale viene meno il proprio contenitore. Read the rest of this entry »

Se Report non riporta

maggio 13th, 2016 by dumbles

noisiamoqui378e soprattutto non riporta giusto ciò che succede a* profugh*, non fa informazione ma, come ormai la maggior parte dei mass media, fa disinformazione, falsificazione, strumentalizzazione e cose del genere legate al trattare la storia e la realtà come più conviene.

Tutto meno che informazione.

Si tratta della puntata di Report andata in onda l’8 maggio (qui il link della puntata http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-819676cb-24b0-4f24-97ff-6f928f47e6cc.html). Read the rest of this entry »

il senso del dissenso

maggio 12th, 2016 by dumbles

NoTav7Cogliamo e codividiamo l’appello delle Mamme in piazza per la libertà di dissenso; per la libertà di quei ragazzi e ragazze imprigionati per aver manifestato contro il TAV.

Nella città di Torino, 28 ragazzi e ragazze sono, da alcuni mesi, sottoposti a misure cautelari preventive molto dure.
Non hanno rubato soldi pubblici, non hanno corrotto e non sono stati corrotti, non hanno cercato di trarre illeciti profitti personali, non hanno avvelenato l’aria con la polvere di amianto.
Hanno manifestato contro quel treno ad alta velocità Torino-Lione che saccheggia le risorse pubbliche per costruire un’opera utile solo ai suoi costruttori; hanno difeso le aule dell’università che frequentano dalla lugubre presenza di fascisti torinesi, estranei – tra l’altro – a quelle aule; hanno tentato di sfilare in corteo per ricordare che una città medaglia d’oro alla Resistenza non può assistere in silenzio alla presenza arrogante di un partito xenofobo e razzista; hanno tentato di difendere il diritto all’abitare di famiglie travolte dalla crisi.

Read the rest of this entry »

Culoso

maggio 11th, 2016 by dumbles

Antipatie25Quello del candidato Mario Turrini di una lista civica che sostiene la candiadata sindaco per la leganord è un bel manifesto culoso.

Il culo non è il suo, naturalmente, che siamo tutt* brav* con quello de* altr*.

Siamo animali sessuofili e simbolici, ha pensato lui; purtroppo non ancora in grado di elaborare culturalmente al meglio le opportunità evolutive della natura, e perciò tristemente sessist*, pensiamo noi.

D’altra parte che aspettarsi dal livello politico raggiunto?

Noi restiamo anarchicamente astensioniste.

A braccetto con l’Egitto

aprile 26th, 2016 by dumbles

noisiamoqui377

Oggi nella posta abbiamo trovato il testo che pubblichiamo qui sotto.

Leggetelo, è importante. Grazie alle femministe e lesbiche di Bologna che l’hanno scritto e anche a chi l’ha condiviso.

Amplifichiamo queste informazioni, in solidarietà con tutt* quell* che in Egitto combattono per la libertà.

La repressione brutale della dittatura del generale Al Sisi

Il popolo egiziano è sceso in piazza il 25 aprile per denunciare, non tanto la vendita di 2 isole strategiche all’Arabia Saudita ma soprattutto il brutale regime militare di Al Sisi. In vista della manifestazione del 25 Aprile al Cairo, il dittatore ha deciso di applicare delle retate massive per impedire alle egiziane ed egiziani di scendere in piazza. Ci sono stati più di 200 arresti negli ultimi giorni, le persone venivano prelevate dalle proprie case, mentre camminavano per strada o erano in un bar, di tanti non si sa dove li hanno portati. Sono stati torturati, avvelenati, violentate/i. Già durante la manifestazione del 15 Aprile, sono state arrestate 25 persone solo al Cairo, uno di loro è stato denudato per strada da sbirri in borghese e poi caricato su una camionetta e massacrato, altri hanno subito interrogatori coi servizi segreti e sono stati torturati. Purtroppo questi 25 arrestati sono ancora in carcere. Alcuni che sono stati arrestati prima della manifestazione sono stati rilasciati, con segni di tortura. Dopo il rilascio sono stati nuovamente arrestati, come nel caso di un ragazzo, che è stato ripreso mentre era in aeroporto e ora non si sa dove sia! Read the rest of this entry »